CULTURLANDIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

NOVITA' IN LIBRERIA

Guarda i libri selezionati da noi per tutto il mese che potrai acquistare in libreria o semplicemente on line cliccando sull'immagine.

Anthony Mc Carten


L'ora più buia



Eroe di guerra. Patriota. Ubriacone. Imperialista. Politico. Depresso. Scrittore. Visionario. Aristocratico. Voltagabbana. Pittore. Nel maggio del 1940 queste erano solo alcune delle «credenziali» con cui Winston Spencer Churchill si presentava alla Camera dei Comuni per assumere l’incarico di primo ministro del Regno Unito. La nazione era in guerra da otto mesi e le cose non stavano andando affatto bene. Più che un nuovo capo del governo, il paese invocava un condottiero, e pochi, in quei giorni cupi, avrebbero scommesso sull’ormai sessantacinquenne primo lord dell’Ammiragliato.




Andreana Castelli


Quattro orchidee, uno psicopatico e qualche delitto in una tranquilla locanda di campagna



Franco Puliti, reduce da un ricovero psichiatrico, intende riprendere a vivere
dedicandosi alla vendita porta a porta di prodotti igienici.
La sua nuova professione lo conduce in un tranquillo paesino, dove trova
alloggio alla locanda “Le Quattro Orchidee”, gestita da quattro anziane,
eccentriche sorelle aiutate dal nipote, non proprio sveglio, Andrea: Emma,
pessima cuoca e custode dei segreti di famiglia, Rosa, dedita alle scienze
occulte, Maria, cinefila appassionata e Perla, delicata giardiniera.
I buoni propositi di Puliti, che deve confrontarsi con i demoni mai sopiti della
propria malattia mentale, sono spazzati via da una serie di eventi terribili.
Le persone del paese con cui viene in contatto, infatti, spariscono senza
lasciare traccia.







Aldo Dalla Vecchia


Abracadabra




Abracadabra è il sesto libro di Aldo Dalla Vecchia, ed è figlio di una fortunata rubrica pubblicata sul mensile Mistero Magazine.
Venti interviste a personaggi dello spettacolo su argomenti come il paranormale, l’extrasensoriale, la superstizione, le premonizioni, la fede, la vita oltre la vita:
I protagonisti di Abracadabra sono: Al Bano, Annamaria Bernardini de Pace, Enrico Beruschi, Giovanni Ciacci, Corinne Cléry, Diego Dalla Palma, Lory Del Santo, Silvana Giacobini, Mario Giuliacci, Marisa Laurito, Vladimir Luxuria, John Mark Magsino, Mara Maionchi, Cristiano Malgioglio, Otelma, Ana Laura Ribas, Sabrina Salerno, Sirio, Ivana Spagna, Natasha Stefanenko.







Daniela Quieti


Cupido nella rete




Possono parole suadenti che affiorano da uno schermo translucido catturare un corpo e un'anima? Lilli e Sam danzano sull'orlo del baratro telematico, dentro la rete che, a mano a mano, li avvolge e li stringe. Sarà vero amore o l'inizio di un incubo? Il finale lo scriverà il computer, il nuovo Cupido di questa storia esitante tra ragione e sentimento.







Ava Dellaira


Noi siamo grandi come la vita




Tutto inizia con un compito assegnato nei primi giorni di scuola: «Scrivi una lettera a una persona che non c'è più». E così Laurel scrive a Kurt Cobain, che May, sua sorella maggiore, amava tantissimo. E che se n'è andato troppo presto, proprio come May. Per Laurel, perdere la sorella è stato un colpo al cuore, qualcosa di cui non vuole parlare. Sulla carta, invece, si lascia finalmente andare. E dopo quella lettera, Laurel ne scrive altre, indirizzandole agli idoli di May. Soltanto a loro riesce a confidare i suoi sentimenti. Finché quelle lettere porteranno Laurel al cuore di una verità che non ha mai avuto il coraggio di affrontare. Ava Dellaira ha saputo ricreare la magia, la paura e l'eccitazione di avere quindici anni in un romanzo emozionante.





Valeria Chichi


Ugo Godul e altri racconti




Lo zio Ugo sapeva bene che esistono tanti tipi di paure. La paura del buio, la paura del dottore, la paura delle streghe e degli zombie… Paure che fanno venire i capelli dritti in testa e fanno urlare a squarcia gola: Mamma, mamma, aiutami tu!…




Daniela Nolli


Il tutto nel silenzio



Nel mezzo di una delusione amorosa, Simone, un giornalista con un passato burrascoso, incontra Kari, un obiettore di voce e maestro yogi, nomade che susciterà in lui sentimenti contrastanti.
Inizialmente infastidito dai modi troppo fraterni e singolari di Kari e del suo gruppo, scoprirà a poco a poco il potere della guarigione spirituale nei suoi strani rituali.
Attraverso dialoghi scritti su una lavagnetta, imparerà a guardarsi dentro e ad affrontare i nodi esistenziali che agitano la sua anima sin da bambino quando, orfano di padre, si scontra col dolore di sua madre e con la gelosia per un fratello che non riesce ad essere tale.





Aldo Dalla Vecchia


Piccola mappa della nostalgia



Sessantotto bozzetti, acquarelli, racconti brevi e brevissimi compongono la Piccola mappa della nostalgia.
Un ritorno ideale, e in punta di penna, a un’infanzia nella profonda provincia veneta degli anni Sessanta e Settanta.
Sembra ieri, invece è passato quasi mezzo secolo.
La Piccola mappa ha confini ideali, ma precisi e, come una vera map¬pa, è divisa in fogli.
Nel Foglio Uno ritroviamo, in ordine alfabetico, i protagoni¬sti più remoti e gli oggetti più lontani di una nostalgia molto personale, nella quale in tanti si riconosceranno: l’arrivo delle rondini e il bagnoschiuma Vidal, il colonnello Bernacca e il for¬maggino Mio, la parrucca della mamma e le rosse Rossana.
Il Foglio Due è dedicato agli anni di mezzo e ai suoi non dimenti¬cati simboli: i cartelloni del circo di Moira Orfei e il Sandokan te¬levisivo, l’ovetto Kinder e il quiz di Mike Bongiorno, la spuma del bar e la vanillina Paneangeli.
Il Foglio Tre racconta la fine di un’infanzia e di un’era.
Chi ha letto il primo roman¬zo di Aldo Dalla Vecchia, Rosa Malcontenta, ritroverà in questa Piccola mappa lo spirito di quel libro ambientato in anni ormai lontani, ma con una magia che va al di là dello spazio e del tempo.





Pamela Mauro


Le impronte del cuore



Una carambola di emozioni e di colori, di pensieri, di inquietudini, angoscie e sensazioni in grado di donare quel qualcosa che forse molto spesso cerchiamo negli altri e che Pamela con grande generosità riesce a infondere nei lettori inducendoli alla riflessione e forse, perchè no, a strappare loro un sorriso.



Consulta i nostri siti:











Torna ai contenuti | Torna al menu